Aggressione fascista a Torino

Oggi 10 maggio 2012 due appartenenti all’assemblea del centro sociale Gabrio hanno subito una vile aggressione da parte di non meglio specificati “nazionalisti”  nel quartiere Santa Rita a Torino.

I compagni si stavano recando a lavoro con il pullman quando, da lì a poco, si sono resi conto di essere seguiti da due individui vestiti con magliette dedicate alla X mas e con simboli fascisti che poco lasciavano alla fantasia.

Scesi alla fermata vengono circondati da 4 fascisti armati di manganelli telescopici e moschettoni: prima scatta l’aggressione verbale: “siete antifascisti del Gabrio e noi siamo nazionalisti”. Poco dopo anche quella fisica.

I due compagni , dopo l’aggressione, sono riusciti a ripararsi e dare l’allarme. Poco dopo dei fascisti non vi era più traccia.

Va da sé che questo è l’ennesima provocazione fascista in Torino: il 25 aprile è stato di nuovo oggetto d’insulti in tutta Italia, scritte vergognose che negano la memoria, come quelle al monumento dedicato ai 66 Martiri a Grugliasco. Nello stesso quartiere San Paolo, luogo simbolo della resistenza torinese nella mattinata  del 25 Aprile, sono stati trovati e rimossi dei manifesti, come sempre attaccati con l’aiuto della notte, inneggianti agli assassini repubblichini.

I compagni sono stati evidentemente aggrediti in quanto riconosciuti come antifascisti, così come i tanti resistenti di oggi che quotidianamente praticano l’azione antifascista e dal basso continuano a mobilitarsi e il 25 aprile hanno dato vita a numerosi cortei e feste popolare in più quartieri della nostra città

Di fronte alle istituzioni, incapaci di difendere la memoria e la coscienza di chi lottò per la libertà durante la guerra, che organizzano solo vuote commemorazioni e che in alcuni casi preferiscono dare agibilità a loschi figuri e caricare mobilitazioni antifasciste (vedi il caso di Cagliari proprio il 25 Aprile), pensiamo sia giunto il momento di intensificare l’azione antifascista nei quartieri e nella nostra città.

Fuori i fascisti dall’universo!

ORA E SEMPRE RESISTENZA!

csoa gabrio

5 thoughts on “Aggressione fascista a Torino

  1. Voveve

    È succeso anche a me giovedì!
    Ero davanti al Politecnico che aspettavo il pullman e direi gli stessi tre nazi mi hanno picchiato e rubato il cappellino sul quale avevo la mia collezione di spille (quasi 40) tra le quali una esplicitamente anti-nazista!!!

    Se qualcuno di voi l’avesse trovato potrebbe contattarmi?

    Per il resto sto bene tranquilli, sono magro ma ho corso più veloce di quelle teste vuote!

  2. GIUSTINO

    Solidarietà militanti ai compagni del Gabrio, impegnati nele quotidiano lavoro territoriale.

  3. Pingback: Aggressione fascista a Torino | STORIE DIMENTICATE

  4. Luka

    Sono con Voi…….il GABRIO lo conosco bene (sono di Torino, ma adesso vivo in Irlanda), bisogna tornare ad occuparci delle nostre strade, i fascisti stanno prendendo troppo spazio, respirano di nuovo……da lontano sono nella lotta con Voi e con tutti gli ANTI-FASCISTI !!!! Un abbraccio ai due compagni attaccati !!!!ORA E SEMPRE ANTI-FASCISMO MILITANTE !!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *