Archivi categoria: La Torino che Vogliamo

✱ ASSEMBLEA DI CONVERGENZA – COSTRUIAMO LO SPEZZONE SOCIALE VERSO LO SCIOPERO DEL 2 DICEMBRE ✱

🌈 Invitiamo tutte le realtà di movimento attive nella società, transfemministe, ecologiste, antirazziste, antimilitariste e antifasciste, fatte da disoccupatə, precariə, studentə lavoratori e lavoratrici, sindacalizzatə, sindacalizzabilə e non, soggetti non conformi alla norma eteropatriarcale, ribellə, a costruire la convergenza per una vita bella, libera da ogni sfruttamento e da ogni violenza.

Continua la lettura di ✱ ASSEMBLEA DI CONVERGENZA – COSTRUIAMO LO SPEZZONE SOCIALE VERSO LO SCIOPERO DEL 2 DICEMBRE ✱

Cambiamo il sistema non il clima

Ieri, 29 Giugno, abbiamo partecipato all’assemblea cittadina su Acqua e siccità lanciata dal Laboratorio Culturale Autogestito Manituana, tenutasi sulle rive del Po.

Un’assemblea viva e carica di energie, che strideva fortemente con lo scenario circostante, segnato dal più grande fiume cittadino ridotto di quasi la metà della sua portata. Continua la lettura di Cambiamo il sistema non il clima

Armi e frontiere: come fare cassa sulla/e crisi. 

E’ passato poco più di un mese dall’invasione Russa dell’Ucraina e la guerra è ancora in corso.

Gli Stati nazionali europei e gli USA, sempre più parte attiva del conflitto, condannano la Russia di Putin, stabilendo sanzioni sempre più salate e inviando armi che non faranno che prolungare i combattimenti, incrementare il clima di odio tra popolazioni, e rendere la pace sempre più lontana.

Gli interessi economici dietro questo conflitto sono molteplici: i grandi colossi del settore energetico e degli armamenti si stanno sfregando le mani di fronte alla crisi economico-umanitaria-ecologica che sta accadendo. Continua la lettura di Armi e frontiere: come fare cassa sulla/e crisi. 

Appello assemblea 14 aprile – EsseNon

Giovedì 14 aprile

Ore 18

Giardino Artiglieri da Montagna

Negli ultimi anni il comune di Torino continua a sottrarre spazi di socialità, aggregazione e cultura ai giovani. Nel goffo tentativo di smaltire il debito accumulato in anni di scelte politiche scellerate, le giunte comunali continuano a svendere spazi pubblici a privati, il cui unico obiettivo è accumulare profitti sulla pelle degli studenti e della cittadinanza tutta. Continua la lettura di Appello assemblea 14 aprile – EsseNon

Quale futuro per l’ex-Diatto? Assemblea pubblica sabato 05/02

A due settimane dalle violenze poliziesche di sabato 15 gennaio, una gioiosa biciclettata ha attraversato i quartieri di San Paolo, Cenisa e Cit Turin per informare e portare le ragioni che ci spingono ad opporci all’ennesima colata di cemento prevista nell’area Ex Westinghouse.
Un nuovo ipermercato Esselengua spazzerà via i giardini e l’edificio dell’ex caserma Lamarmora che ora ospita tante associazione e attività come Comala. Se verrà realizzato questo progetto, vedremo aumentare il traffico, l’inquinamento e tante piccole attività commerciali verranno spazzate via dalla potente GDO.

Continua la lettura di Quale futuro per l’ex-Diatto? Assemblea pubblica sabato 05/02

Quale futuro per l’ex Diatto? Assemblea pubblica Sabato 5 febbraio

Quale futuro per l’ex diatto?

Nel 2021 sono ricominciati, dopo anni, i lavori al cantiere nell’area ex diatto. Il progetto prevede la costruzione di uno studentato privato di lusso, da 600 posti letto.
Siamo di fronte all’ennesima speculazione che non risponde ai bisogni Continua la lettura di Quale futuro per l’ex Diatto? Assemblea pubblica Sabato 5 febbraio